L’interior design di Isabel Pires in Portogallo


Nella zona di Lapa a Lisbona a pochi passi dal Museo Nazionale di Arte Antica, uno dei più importanti d’Europa, e con vista sul Tago, una coppia (lui portoghese e lei americana), ha affidato all’interior designer Isabel Pires de Lima il compito di arredare una dimora di circa 300 mq. già ristrutturata dall’architetto Bernardo Alves. L’interior designer a Ville&Casali racconta:

In questa casa in cui vive un neonato mi è stato affidato il compito di coniugare un’architettura già realizzata con uno stile più eclettico, intimo e confortevole.

Il palazzetto è suddiviso in un piano terra con garage e giardino con jacuzzi; un primo piano con cucina, living, sala da pranzo e accessori; un secondo piano con tre camere da letto e bagni e un quarto piano con la suite padronale. Isabel Pires spiega:

Ho lavorato in uno spazio ampio, ben diviso e pieno di luce con travi a vista e pareti in vetro, e pavimenti in listoni di abete. Una buona base per il progetto di arredamento e decorazione che avevo in mente.

L’obiettivo era quello di assecondare, comunque, i gusti e lo stile di vita dei padroni di casa, richiamando per esempio lo stile coloniale americano con quello classico portoghese per finire nel moderno universale. Isabel Pires continua a raccontare:

Ho scelto linee geometriche e stilizzate, accessori e oggetti d’arte di diverse epoche e zone del globo. Con l’obiettivo di rendere gli ambienti più caldi, confortevoli e meno moderni.

Il primo intervento ha riguardato la scelta dei colori delle pareti. È stata utilizzata una nuance cenere nel living e nella sala da pranzo, beige nella suite dei padroni di casa e ardesia nella cucina. All’ingresso e nella stanza del figlio sono state scelte delle carte da parati.

Ho utilizzato poi tessuti naturali, velluti, lino o seta, e per ragioni pratiche pelle sintetica nelle sedie della sala da pranzo. Tessuti lisci e a riga, ori geometrici e pesci carpa. Ho scelto, poi, oggetti dorati negli accessori per lo più da me disegnati, come in alcuni mobili e nel lampadario della sala da pranzo.

Isabel Pires, una designer che lavora per la prestigiosa azienda Vista Alegre, ha inserito anche degli oggetti di ceramica, di cui apprezza il colore, la brillantezza e la delicatezza. Senza tralasciare i mobili in legno scuro e laccati. L’interior designer portoghese ha battezzato questo progetto “Oro su azzurro”, i due colori che spiccano di più in quest’opera. Nella palette degli azzurri ha preferito le tonalità che vanno dall’azzurro notte all’azzurro mare, nuance molto di moda. Nelle camere da letto sono state utilizzate tonalità sobrie e tranquille, come il color cenere, bianco e beige. Il risultato finale è uno spazio raffinato, confortevole, con dettagli e accessori molto particolari, che favoriscono la convivialità e il piacere di abitare.

Ho utilizzato materiali di Designers Guild, Manuel Canovas, William Yoward, Lorca, Nina Campbell e carta da parati di Cole and Son e di Ralph Lauren

– dice la designer che ha lavorato diversi anni anche a Londra.

Le lampade della stanza da pranzo, accanto ai divani sono dell’azienda portoghese Oficina Real”.

Isabel Pines ha disegnato sia lampade sia mobili, come quello della tv, il divano, le sedie e le poltrone della sala da pranzo. Ha pure inserito oggetti degli Anni Trenta e Cinquanta, come la panchetta Barcelona di Mies Van der Rohe e le sedie bianche di Eames.

Ho cercato di mettere insieme le culture diverse (portoghese e americana) della coppia e del loro background. Il gusto per gli oggetti classici e moderni in un ambiente pulito, giovane, allegro e confortevole.

Con il risultato di aver realizzato uno stile eclettico e internazionale.

© Riproduzione riservata