Giardino inglese a Villa della Pergola, che sogno!


Giardini di Villa della Pergola, realizzati alla fine del XIX secolo, rappresentano un raro esempio di giardino inglese in Italia e offrono un’occasione unica per passeggiare nella tipica vegetazione mediterranea affiancata a piante rare della flora esotica.

Un giardino inglese meraviglioso

Giardino ingleseAffacciati sul Golfo di Alassio, si estendono su una superficie di 22.000 mq e ospitano importanti collezioni botaniche come quella di 28 varietà di glicini e una collezione unica in Europa di 350 varietà di agapanti. Il parco è tornato al proprio splendore di recente, dopo un sapiente restauro curato dall’architetto paesaggista Paolo Pejrone. Ma qual è la storia di Villa Pergola? Ideati dal generale scozzese William Montagu Scott Mc Murdo nel 1875, il parco e la Villa della Pergola passarono, ai primi del ’900, al cugino di Virginia Woolf, il baronetto Sir Walter Hamilton Dalrymple. Nel 1922, il nuovo proprietario, Daniel Hanbury iniziò un’opera di arricchimento delle collezioni di piante presenti nel parco, attingendo dai giardini botanici della famiglia.

La rinascita nel 2006

Giardino ingleseDopo un periodo di abbandono e degrado, nel 2006 una cordata di amici guidata da Silvia e Antonio Ricci acquistò la proprietà all’asta giudiziaria per salvarla da una speculazione edilizia. Oltre alla possibilità di visitare il parco, fino ad ottobre, Villa la Pergola ospita un relais di charme dove è possibile soggiornare in una delle dodici suite e cenare al Nove, con la cucina dell’executive chef Giorgio Servetto. A giugno, è in programma il seguente evento: “Agapanti, lavande e agrumi: aromi e sapori da giardino”, un laboratorio dedicato ai sapori delle fioriture degli Agapanthus, qui coltivati in più di 400 diverse varietà

Per informazioni: www.giardinidivilladellapergola.comwww.villadellapergola.com