Tappeti moderni: la luce di Rotelli a New York


Il prestigio dei tappeti moderni annodati a mano secondo antiche arti targati Morandi ha varcato gli oceani ed è approdato a New York per la manifestazione The Rug Show. Protagonista della presenza di Morandi Tappeti sarà la collezione di tappeti annodati a mano decorati dall’artista Marco Nereo Rotelli, presentata agli interior decorer americani dal 10 al 13 settembre.

L’esposizione di New York

tappeti moderniThe Rug Show è il nome di una manifestazione non-profit che si svolge due volte l’anno, a Los Angeles e a New York (dove prende la denominazione “The Rug Show @Javits”), avviata nel 2012 da parte di un collettivo di innovatori e appassionati dell’arte dei tappeti, desiderosi di creare un evento di aggregazione e confronto tra acquirenti, progetti e architetti, incentrato sull’esposizione dei più interessanti tappeti in circolazione. L’ultima edizione si è tenuta nella “Grande Mela”, negli spazzi del Jakob K. Javits Convention Center e ha visto la presenza del maestro Marco Nereo Rotelli e delle sue opere, i tappeti moderni di Morandi Tappeti, creati secondo antiche tradizioni orientali.

Tappeti moderni

Il Maestro Rotelli su uno dei tappeti moderni esposti a New York

Marco Nereo Rotelli, una firma prestigiosa

Molto interesse ha accolto la presentazione ed esposizione delle opere realizzate dall’artista Marco Nereo Rotelli: una nuova collezione di tappeti moderni, concepiti con un design contemporaneo, arricchita dalle suggestioni provenienti da altre discipline artistiche. Possiamo ammirarla visitando la pagina dedicata sul sito di Morandi Tappeti, a questo collegamento.

Oltre alla linea Splendor, realizzata in lana e seta, Morandi Tappeti espone i modelli Santapietra, Lux e Parole. Tutti i tappeti moderni del maestro Rotelli sono attraversati da un filo comune, un elemento d’unione, dato dalla somma di influssi artistici e pluridisciplinari differenti. Il risultato, è tanto sorprendente quanto emozionante.

Luce e tappeti moderni annodati a mano: scelta vincente

Proprio questa è la chiave di volta del lavoro di Rotelli, un artista poliedrico in grado di conciliare la pittura con l’antica tradizione dei tappeti annodati a mano, un’arte proveniente dalle regioni orientali del mondo che da secoli produce capolavori di manifattura artigiana. È facile immaginare e comprendere come il tocco pittorico di un artista di questo calibro ben si sposi con la straordinaria bellezza di questi manufatti.

Cavallo di battaglia del lavoro di Rotelli è l’uso e la ricerca della luce: oggetto, appunto, ma anche soggetto delle sue opere, oltre che filo conduttore. Declinata nella decorazione dei tappeti, questa “tendenza” verso la luce si traduce in una visione in cui il tappeto diventa una sorta di “spazio spirituale”, un giardino delle idee (nelle parole dello stesso Rotelli) dove il tessuto annodato cessa di essere la mera superficie su cui applicare l’espressione artistica e diventa “opera d’arte”.

Splendor: una maestria antica e sapiente

tappeti moderniProprio la collezione Splendor racchiude la maestria dei grandi artigiani annodatori, unita alla prospettiva artistica di Rotelli, caratterizzata da un percorso di comunicazione basato sui simboli, sul segno, sull’icona. L’uso di questi “strumenti concettuali” con cui l’Uomo interpreta e comunica la realtà è la chiave per superare la dimensione reale del mondo e comprenderla in chiave filosofica: alla ricerca del vero significato dell’esistenza.

Simboli tridimensionali, luce artistica

Con i tappeti moderni ora, come con le opere pittoriche un tempo, Rotelli rende tridimensionali e allo stesso tempo eterei questi simboli, avvicinando le antiche tradizioni dei tappeti annotati a mano allo spettatore contemporaneo. I suoi disegni, i tracciati di luce stesi sulle trame dei tappeti chiamano alla riflessione storica e culturale, al dialogo interetnico. Una scelta sicuramente interessante per il contesto espositivo di New York, in questa particolare contingenza sociale e storica.

Le informazioni sono tratte dal blog di Morandi Tappeti.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato