Scegliere il vetro per le finestre


Quando si scelgono i vetri per l’esterno è importante fare attenzione a moltissimi fattori, in quanto le finestre fanno parte di una serie di imprescindibili elementi che determinano il benessere in casa.

Scegliere il vetro per gli esterni deve rispettare quindi, differenti parametri:

  • il passaggio dell’energia solare;
  • l’isolamento acustico;
  • il grado di trasparenza verso l’esterno;
  • l’illuminanzione degli interni.

Chi abita in villa e ha un giardino a disposizione può addirittura pensare di far motare delle porte vetrate che collegano l’interno con gli spazi outdoor e che danno agli ambienti un grado molto alto di luminosità naturale. In questo caso, però, l’intera abitazione è più a rischio, per ciò che riguarda l’esposizione agli agenti atmosferici e quella che inizialmente sembrava una bella idea, potrebbe farvi ricrede in men che non si dica.

Scegliere i vetri per gli esterni, è fondamentale per l’efficienza energetica, che si abiti in una casa autonoma o in un condominio. Una volta scelti i montanti, lo stile e il materiale degli infissi, si passa alla scelta dei vetri, ecco dunque una mini guida, per capire quale sia la tipologia più adatta alla casa e facilitare la scelta.

Quale vetro scegliere per la propria casa

Chi abita in appartamento non potrà montare delle porte-finestre e una volta prese le giuste misure, avrà le idee più chiare sul genere di vetro che si addice alla propria struttura. Chi vive in appartamento avrà necessità diverse e ben precise, legate in particolar modo all’inquinamento acustico e alla sicurezza.

Vetrocamera – Vetro doppio

La vetrocamera viene definita così, in quanto creata da due lastre divise da un gas inerte, chiamato Argon, in grado di garantire un maggior isolamento termico.

Vetri a controllo solare

La tipologia perfetta per chi abita in zone molto calde, che in estate raggiungono temperature elevate. Questo vetro, infatti, può creare una barriera che protegge la casa dal calore del sole, evitando di utilizzare tapparelle, persiane o soluzioni oscuranti e permettendo alla luce di entrare senza filtri. I particolari materiali da cui è caratterizzato, consentono il passaggio della luminosità naturale, ma trattengono il calore, rilasciandolo poco a poco verso l’esterno, con il risultato di una casa ben illuminata, ma sempre fresca.

Vetri isolanti – fonoassorbenti

Ideali per chi abita in una grande metropoli in cui l’inquinamento acustico disturba senza sosta. Questo genere di vetri bloccano qualsiasi tipo di rumore esterno, permettendovi di far riposare l’udito e godervi solo i suoni provenienti da casa vostra.

Vetri antinfortunio

Per chi ha bambini e per le case degli anziani, i vetri antinfortunio sono fondamentali. In caso di un urto violento, infatti, gli strati di cui si compone questo vetro permette di non frantumarsi in miriadi di pezzi e schegge taglienti e pericolose. Vi è addirittura una norma regolamentare sul fattore della sicurezza, è chiamata UNI 7697  “Criteri di sicurezza nelle applicazioni vetrarie” e serve proprio a determinare la scelta del tipo di vetro impiegato in base alla funzione e alla destinazione.

Vetri riflettenti

White attic room with balcony and wooden decorative accessories

Perfetti per chi ha le finestre sul tetto o se deve realizzare un’apertura per la mansarda. Questo tipo di vetro riflette i raggi del sole verso l’esterno, consentendo la visibilità e la luminosità all’interno. L’effetto specchiante, inoltre è utile per assicursi la giusta privacy.

© Riproduzione riservata