Nuovi metodi di riscaldamento per la casa: legno e pellet


Il fuoco crepitante nel focolare a vista, la forma rassicurante che rimanda a luoghi accoglienti e confortevoli: la stufa, a legna o a pellet, esercita un fascino particolare.
I prodotti più attuali, quelli a focolare completamente chiuso, protetto da vetri ceramici trasparenti e resistenti sino ad alte temperature, sono delle vere macchine intelligenti per produrre calore con prestazioni, rendimento e risparmio elevati.

Si tratta infatti di prodotti all’avanguardia, che sempre più spesso sfruttano l’elettronica per la gestione e il controllo del funzionamento. Tutto questo però, senza complicare la vita all’utente, che cerca comfort e prestazioni ma anche facilità di utilizzo. Chiara Palazzetti, responsabile marketing Gruppo Palazzetti, sottolinea la componente tecnologia dei prodotti di ultima generazione:

Attraverso le nostre stufe a pellet mettiamo in atto il ‘riscaldamento intelligente’: un insieme di tecnologie finalizzate a rendere i prodotti più semplici da utilizzare e vicini alle esigenze di chi li vive. La stufa a pellet Eco re Audrey, per esempio, racchiude in sé efficienza e stile. Al suo interno, la nostra tecnologia e la Connection Box che, tramite l’App, permette agli utenti di dialogare con la stufa, rendendone l’utilizzo smart e intuitivo.


Una componente importante delle stufe è il materiale della struttura: acciaio, gres, ceramica, ghisa quelli più utilizzati. Interessanti anche le soluzioni in pietra ollare, una tradizione norvegese che si sta diffondendo. Materiale di origine metamorfica reperibile in natura, composto prevalentemente di talco e in quantità minore da magnesite, è una pietra molto compatta ma di facile lavorazione, resistente a temperature no ai 1500°, con un alto potere calorifico e una grande capacità di accumulo di calore. <

Riscaldare con la stufa, dunque, non ha nessuna controindicazione e anche alcune perplessità circa la sua salubrità sono senza fondamento. Basta scegliere prodotti affidabili come quelli dotati della certificazione Aria Pulita per gli apparecchi domestici a legna e pellet, promossa da AiEL (Associazione italiana Energie Agroforestali), nata per contribuire a migliorare la salute e l’ambiente. L’associazione assegna a ogni prodotto un numero di stelle crescente in relazione alle prestazioni in termini di rendimento e minori emissioni in atmosfera, premiando lo sforzo nello sviluppo di soluzioni sostenibili per la qualità dell’aria.

 

Di Paola Pianzola

© Riproduzione riservata