Le nuove pareti attrezzate


Librerie e pareti attrezzate rappresentano il miglior sistema per tenere la casa ordinata, sfruttandone al massimo le potenzialità. Queste componenti d’arredo, disponibili in vari materiali e colori, sono infatti da considerarsi un elemento centrale ai fini dell’organizzazione di libri e suppellettili, la soluzione ideale per utilizzare in modo intelligente e funzionale anche le pareti.

libreria in legno

Talvolta le superfici vuote sono mal impiegate, lasciando angoli inutilizzati e molto spazio all’immaginazione. La scomposizione in moduli proposta dalle linee d’arredo di ultima generazione, ha trovato il giusto compromesso tra vuoti e pieni, permettendo l’adozione combinata di composizioni incassate a muro, frontali o a penisola bifacciale.

Modularità e personalizzazione

pareti attrezzate

L’impiego di queste tipologie di arredo, simbolo degli anni novanta, ha subito infatti nel tempo una rapida evoluzione stilistica, grazie all’introduzione di nuovi materiali e un approccio sempre più modulare. Quest’ultimo consente un’estrema versatilità, che si traduce essenzialmente in una maggiore personalizzazione degli ambienti.

Le composizioni libere si prestano inoltre, alla massiccia presenza della tecnologia nelle abitazioni moderne. Tv, wi-fi e dolby surround sono ormai delle costanti, rientrando tra i bisogni estetici delle zone living contemporanee.

mobile a parete

E’ dunque possibile ottenere zone giorno dai diversi stili, mediante il ricorso a materiali differenti. Legno, alluminio e vetro laccato, sono in assoluto i più diffusi per i nuovi “contenitori”, impeccabili per astrazione e concretezza, solidità e leggerezza. Allo stesso modo, vi sono sistemi studiati per separare e distinguere i vari ambienti domestici, soddisfacendo sia bisogni estetici che funzionali.

In un certo senso, più che di mobili si potrebbe parlare di vere e proprie architetture, alla cui base c’è sempre una progettualità mirata alla funzionalità di questi elementi portanti.

librerie a muro