Pietra pece: ideale per gradini e ristrutturazioni


Una soluzione interessante per realizzare una scala elegante, resistente e di alto impatto scenico, è quella di crearla con gradini fatti di pietra pece. Scopriamo insieme questo affascinante materiale, che abbiamo visto impiegato in una ristrutturazione di gran fascino nel centro storico di Ragusa.

La natura della pietra pece

Pietra peceLa pietra pece è un calcare tenero impregnato, secondo percentuali diverse, di bitume. Questa origine morfologica la rende particolarmente unica per la variazione cromatica che la caratterizza; agevole la lavorazione al taglio e la sagomatura. Detta anche “roccia asfaltica“, assume una colorazione che va dal grigio al marrone scuro; è inoltre valorizzata dalla presenza di fossili e di venature.

Ideale per scolpire e decorare

L’utilizzo più popolare di questa pietra è sempre stato orientato a scolpire particolari elementi lapidei come cornici, mensole e balconi e per la realizzazione dei gradini delle scale, piastrelle, pavimentazioni ed anche per la decorazione delle facciate degli edifici.

Sensazioni gradevoli

Pietra peceUn materiale unico che colpisce alla vista, ma anche al tatto, innescando piacevoli sensazioni: riscoperto in questi ultimi tempi da architetti ed arredatori che hanno trovato il modo di esaltare le caratteristiche di questo prodotto naturale. Attualmente questa pietra è estratta in quantità minore rispetto al passato, viene commercializzata in lastre dello spessore da due e tre centimetri ed in pezzi singoli adatti alla realizzazione di particolari elementi.

Un solo bacino estrattivo

DESCAT dal 2014, () proprietaria del marchio registrato ‘la pietra pece’, dispone dell’unico bacino estrattivo di questo materiale sito a Ragusa. Tra le aziende che trattano questo prodotto naturale vi sono: Avola stone e Sgarlata marmi.