Librerie di fantasia – modulari in stile contemporaneo


“Nasce una linea caratterizzata da forza, purezza, rigore e precisione unite a una visione funzionale, dove la materia domina nel suo stato primitivo”, con questa dichiarazione di intenti Quebo Design presenta la sua nuova serie di librerie, che risponde alle richieste frequenti e contemporanee di funzionalità e stile e, non ultima, mostra attenzione alla qualità dei materiali.

Modularità, dunque, per permettere infinite combinazioni fra mensole ed elementi contenitori, per adattarsi allo spazio disponibile e partecipare attivamente al progetto di interior design, spaziando non solo nel numero di elementi e nella loro geometria, ma anche nelle finiture e negli accessori, proposti in diverse varianti cromatiche e stilistiche.

Vediamo alcuni esempi di modularità, partendo dalla libreria che potete vedere in apertura dell’articolo, Stefano Cavazzana ha disegnato il sistema K-Living per ZAMPIERI. Il sistema si articola in pannelli a parete, contenitori e mensole di varie forme e dimensioni che, componendosi, permettono di realizzare configurazioni a terra o pensili.

Librerie modulari – stile contemporaneo

Calendario, di L’OTTOCENTO, vede la successione di librerie e vetrinette, per un sistema di contenimento contemporaneo.

Il modello Plissé, di NATUZZI, è una libreria che trae ispirazione dal separé ottocentesco per creare una parete attrezzata composta da pannelli modulari, tenuti insieme da mensole di appoggio. Grazie alla possibilità di stare in mezzo allo spazio, Plissé ha un’identità decisamente versatile.

La libreria la Collecionista, proposta da BOCA DO LOBO che può essere personalizzata in funzione della metratura disponibile e della composizione preferita.

La libreria proposta da NEPTUNE, segue una composizione classica, disponibile in diverse dimensioni e varianti.

Jean Marie Massaud ha progettato Lloyd, un sistema di contenitori e librerie a geometria variabile prodotte da POLTRONA FRAU. Sottili bacchette di legno verticali formano griglie leggere, che scorrono per tutta la lunghezza su invisibili binari orizzontali. Ogni griglia è spostabile a piacere per creare sequenze sempre diverse.

Diesys, di ALIVAR, è una libreria con struttura in acciaio spazzolato con protezione trasparente. I ripiani sono proposti in rovere termotrattato o “Noce di colore”. Il modello ha diverse dotazioni, fra le quali una cassettiera, uno scaffale e delle scatole rivestite in cuoio.

PACINI&CAPPELLINI presenta il modello Elisabeth, ideato da Cesare Arosio e Beatrice Franchini per un interior design di grande impatto.

Totem, di PLINIO IL GIOVANE,si rinnova in una versione super leggera,disponibile nelle niture naturale,cenere e ossido.

Giro, di QUEBO DESIGN,è una libreria dinamica,componibile in diversi sistemi grazie alla sua libertà di installazione.

 

 

 

A cura di ANTONIA SOLARI
© RIPRODUZIONE RISERVATA