In bagno è di scena l’ecomalta


L’ecomalta è un composto a base di acqua, molto simile a quelli utilizzati nei rivestimenti. Alcuni progettisti e aziende hanno sperimentato la sua resa estetica e funzionale nell’ambiente bagno e i risultati, presentati all’ultima edizione di Cersaie sono ottimali.

Le composizioni in ecomalta hanno, infatti un aspetto molto naturale e creano atmosfere fluide ed armoniose, spazi ben amalgamati, che si integrano perfettamente con gli elementi d’arredo.

Il composto dell’ecomalta offre, inoltre, grande flessibilità ed elasticità: l’ecomalta può essere stesa su uno strato di 1- 3 mm e trai suoi componenti sono totalmente assenti cementi e resine epossidiche, mentre compaiono vetro e altri materiali riciclati. Può anche essere applicata a mano su ante e superfici.

Milldue, il marchio trevigiano di arredobagno, ha declinato una collezione già in catalogo da alcuni anni, Touch, nella versione in ecomalta. Mentre Altamarea, altra azienda del settore ne ha creata una ex novo: una linea completa che si compone di elementi diversi, sospesi o semi-sospesi, incassati e combinati con arredi di materiali diversi. La collezione Aria è stata presentata all’ultima edizione del Salone del Mobile.