Illuminare il soggiorno: a ogni zona, la luce adatta


Nell’arredamento della casa, una funzione importantissima riguarda l’illuminazione. Sapere come gestire l’illuminazione degli ambienti nelle diverse stanze della nostra casa è fondamentale, in quanto ci permette di evitare inutili sprechi di energia e valorizzare ogni spazio nel modo giusto. Ogni camera è legata a differenti attività, che siamo soliti svolgervi dentro e questo implica che per ognuna di queste, necessiteremo di una diversa disposizione delle luminarie. Il soggiorno, però, è tra tutte la camera più ostica per la scelta dell’illuminazione, in quanto è una delle camere in cui passiamo la maggior parte del tempo quando ci troviamo in casa, che sia per leggere, guardare la tv o ricevere amici e parenti. 

come illuminare il soggiorno

Le mille luci del soggiorno

Questa è probabilmente la stanza più complessa da illuminare, perché le attività che si svolgono qui sono molto differenti tra di loro. Relax, svago e lavoro sono i principali fattori di cui tener conto nello studio della giusta illuminazione. Questo ambiente deve essere confortevole per gli occhi e per la mente, in qualsiasi situazione. Partendo dalla valutazione di dimensioni e struttura del soggiorno, si può ragionare sul tipo di luminarie più adatte da scegliere. Se nel salone è posto un grande tavolo per cene e feste con amici e parenti, allora si dovrebbe prediligere un’illuminazione forte; luci calde e soffuse, invece, per momenti romantici, o una tranquilla serata sul divano davanti alla TV. A proposito proprio del televisore, un’abitudine che quasi tutti abbiamo, ma che risulta deleteria per la vista, è di guardarlo totalmente al buio. Un rimedio è quello di porvi accanto una lampada d’appoggio, o un faretto che abbia un fascio tenue.

come illuminare il soggiorno

 

Le esigenze cambiano a seconda dei gusti e della conformazione architettonica della camera. Generalmente dietro al divano viene messa una lampada a piantana con luce modulare, perfetta per ogni momento, in quanto, siamo noi a scegliere l’intensità della luce di cui abbiamo bisogno. Altro accorgimento da non sottovalutale è proprio la luce che filtra dalle finestre, del tutto naturale e che può essere ampliata se, al posto della porta che divide il soggiorno dal resto degli ambienti, viene costruito un grande arco, in grado di far entrare nella stanza la luce proveniente dalle altre camere.

come illuminare il soggiorno

In soggiorno tornano molto utili anche i riflettori orientabili, da montare su un binario a soffitto, o incassati, abbinati a lampade da terra, così da poter decidere quale intensità di luce serve, in base all’attività da svolgere. Se poi alle pareti sono appesi dei quadri, il modo migliore per valorizzarli è scegliere delle applique con luce alogena. La cosa più utile è quella di applicare un braccio sulla parete, proprio sopra la cornice, che sporga di circa venti centimetri e che permetterà un perfetto orientamento dei faretti sul quadro.