Hygge style, un arredamento terapeutico


Lo stile d’arredo Hygge costruisce e racconta uno spazio abitativo intimo e accogliente, capace di restituire piccoli piaceri d’esistenza, controvertendo il flusso dispersivo e alienante di una vita convulsa, piena e disorientante. Regalate alla vostra casa l’estetica morbida e nostalgica che predilige la filosofia danese degli spazi abitati, e amerete trascorrervi il tempo, accogliere i vostri amici facendo dono di quelle mura emotivamente travolgenti. L’Hygge traduce, in poche regole, il desiderio antico di vivere in uno spazio abile a inglobare chi lo abita, secondo un’autentica e armonica corrispondenza tra umani sentimenti ed estetica dei luoghi. Nessuna vuota appariscenza, ma un arredo che genera calore in ogni dettaglio.

Illumina il buio “nordico”

I danesi sanno come sopravvivere all’oscuro inverno. Se vi fidate della loro esperienza in materia, e vuoi dotare la tua casa di un ambiente hyggeling, inizia con una illuminazione calda e confortevole. Più la luce sarà bassa e calda, più sarà hygge:

  • luci stratificate al fine di disperdere l’illuminazione come in un gioco di atmosfere che facciano da protagoniste ostruendo l’elemento di luce diretta proveniente dalla lampada;
  • create piccole zone di luce lasciandovi aiutare dall’intensità magica delle candele, preferibilmente inodori o con essenze leggere. Ogni senso di artificialità è bandito;
  • piccoli fili di luce per immergervi in un mondo un po’ sognato.

Se volete fare tesoro del tradizionale design danese in fatto di illuminazione, potreste lasciarvi ispirare da questi prototipi:

  • Lampada di PH, ideata da Poul Henningsen;
  • Lampade di Klint, realizzata da Peder Jensen – Klint;
  • Lampada Panton VP Globe, pensata da Panton.

Siate minimal nell’arredare

Avete mai sentito parlare di decluttering? È la medicina all’incalzante tendenza che ci affanna tutti indistintamente etichettandoci come “accumulatori seriali”. Fate pulizia dell’oggettistica inutilizzata, degli abiti che strabordano dai cassetti dei vostri armadi. Entropia genera entropia: non lasciatevi soffocare dallo spreco. Darà origine al caos, non solo nell’ambiente che vi circonda, ma anche nel rigoglio dei vostri pensieri. Regalate, vendete al mercatino dell’usato o convertite in materiale di recupero. Pensate a librerie e mensole da riempire solo con lo stretto indispensabile.

Restituite Madre Natura alla vostra casa

Considerate al bando ogni materiale non ecologico:

  • pensate al legno per il mobilio e la pavimentazione, la ceramica per tazze, tazzine, teiere e oggettistica per “raccontare”;
  • scegliete lana, cotone e flanella per i plaid, i copri divani e i cuscini che renderanno tenere alcove gli angoli a cui affiderete in compito di trattenere voi e i vostri amici in un tenero abbraccio;
  • non considerate i materiali industriali per i vostri mobili: rifinirli magari con prodotti non naturali, come la laccatura, non vi aiuterà nel costruire un ambiente in sintonia con il vostro desiderio di benessere;
  • scegliete tessili naturali, morbidi al tatto e lanciatevi nel mix di texture geometriche e disegni decorativi, da alternare ad ogni stagione per rendere tutto più personalizzato.

L’Hygge mood ha i suoi colori

Contornatevi di colori che siano riposanti per la vista. I toni accesi, o taglienti come il nero, lasciateli ai dettagli dei complementi d’arredo. Per rimanere in perfetto stile hygge prediligete le tinte rilassanti del bianco, del tortora, del beige. Pensate ai colori del legno naturale e non sbaglierete, sia che si tratti dei complementi d’arredo, quanto delle pareti delle vostre stanze. Per la vostra camera da letto scegliete, ad esempio, un colore che vi infonda pace: sarà facile se alle pareti dedicherete un azzurro chiaro, o un tenero lilla.

L’angolo dei ricordi

 Abbinate al minimal dell’arredo Hygge la ricchezza dei ricordi perché vi sussurrino dolcemente il passato che amate: una fotografia incorniciata, un cimelio di famiglia così che la vostra casa disegni per voi un tracciato di riconoscibilità e vi cali sempre dentro a una storia, la vostra. L’Hygge style, d’altronde, intende dirvi: siate presenti a voi stessi!

© Riproduzione riservata