L’azzurro per rinfrescare il design della casa


Le emozionanti tonalità dell’azzurro e dei blu più chiari si aprono alla stagione calda, ma in casa possono diventare una valida alternativa ai classici colori d’arredo da sviluppare tutto l’anno. Dense e intramontabili queste tonalità sono indicate se si desidera rinnovare con gusto ed eleganza, perfette per completare spazi di ogni genere, siano essi interni o esterni. Sono, come la cromoterapia insegna, da preferire se si desidera rivoluzionare uno o più ambienti nel segno dell’energia e della freschezza.

Perfetti per realizzare superfici d’arredo, come pavimenti e rivestimenti, con materiali di vario genere, completano benissimo dimore prossime al mare, sono spesso riconducibili alle assolate dimore del Mediterraneo (come le isole italiane o della Grecia), ma possono  diventare una valida alternativa anche in case più urbane dove, se ben composti, si prestano a rinnovare ambienti anche un po’ “datati” o, in chiave più contemporanea, a creare, per esempio, interessanti e inedite linee cromatiche da seguire per dare dinamicità a nuovi spazi.

Amati da interior designer e architetti, alcuni come la designer Paola Navone ne hanno fatto una vera e propria bandiera di stile, si prestano a combinazioni libere e molto fantasiose che ben si integrano alle tendenze tanto amate come il boho-chic o il gettonatissimo industriale, ma sono in grado di regalare giochi di qualità anche con arredi più tradizionali. Infallibili se scelti per carte da parati ed elementi tessili di vario tipo, azzurro, blu e celeste, si prestano a interessanti composizioni di fantasie, anche molto diverse fra loro. Intramontabili come tinte unite, sono attualissimi in righe e quadri, non solo se scelti singolarmente, ma anche in accoppiata fra loro per creare trait d’union dinamici, di nuova concezione e dal grande impatto visivo.

 

 

 

Di Claudia Schiera

© Riproduzione riservata