Come arredare sfruttando il controsoffitto


Il controsoffitto può diventare un elemento di arredo a tutti gli effetti, grazie alle numerose soluzioni presenti nel mercato e all’abilità dei professionisti che si occupano della progettazione e del montaggio. Il controsoffitto è versatile e può essere un nascondiglio per illuminazione, termoconvettori e telai delle porte, come anche un elemento utile a modificare gli spazi e dare loro nuova vita e nuove funzioni.

Vantaggi del controsoffitto in cartongesso

controsoffitto per arredare

Il cartongesso è un materiale versatile, ma poco costoso, che consente di dare vita a tutti i tipi di progetto, anche il più complesso e innovativo. È un materiale di finitura quasi perfetto, teme solo l’acqua, perciò non è adatto al bagno. Tra i vantaggi del suo utilizzo possiamo annoverare:

  • Possibilità di nascondere cavi, tubi e giunture;
  • Possibilità di celare la presenza di irregolarità, ottenendo una superficie liscia;
  • Creare un soffitto movimentato, composto da più livelli;
  • Ottenere un maggiore isolamento termico, specie se si tratta di un sottotetto;
  • Resistenza al fuoco e al calore.

Un lieve svantaggio che si può identificare è il leggero abbassamento del soffitto, che presuppone il montaggio del controsoffitto. Si tratta, però, di perdere solo 5-10 cm di altezza.

Controsoffitto per l’illuminazione

controsoffitto per arredare

Quando si vuole realizzare un controsoffitto per creare giochi di luce o progettare un’illuminazione differente dal solito lampadario, solitamente si impiega la gola luminosa o veletta luminosa. La gola luminosa è un elemento scenico, ma anche funzionale, poiché con un’attenta progettazione può diventare anche la primaria fonte di illuminazione dell’ambiente. Generalmente con il controsoffitto in cartongesso vengono scelti i faretti, che sono un buon coadiuvante, ma non possono rappresentare l’unica fonte di luce, motivo per cui spesso si opta per la gola luminosa. L’avvento dei LED e la loro sempre più ampia diffusione ha esteso le possibilità progettuali e funzionali delle velette luminose, riducendo le necessità di spazio e consentendo di eliminare la pinna verticale, che era necessaria per nascondere i tubi fluorescenti.

Controsoffitto per i termoconvettori

I controsoffitti sono anche un’ottima collocazione per i termoconvettori, si tratta di sistemi per il riscaldamento e raffrescamento degli ambienti, che possono essere installati a pavimento, parete e soffitto. Quest’ultimo caso sfrutta la presenza del cartongesso per integrare il termoconvettore nel soffitto e renderlo praticamente invisibile.