Arredo da esterno: innovazione a Maison & Objet


Design innovativo ed estrema funzionalità caratterizzano le numerose proposte di arredo da esterno presentate a settembre da Emu a Maison & Objet.

Appuntamento di riferimento per la moda-casa, il salone Maison & Objet è riconosciuto per la sua offerta a 360°. Arredamento, mobile, accessori, tessile, fragranze, universo del bambino, arti della tavola, il tutto a nella città da sogno che è Parigi.

Lo scorso settembre Emu ha presentato la nuova collezione che è un vero e proprio mix di innovazioni.

L’originalità del material mix continua ad essere cifra distintiva anche delle nuove famiglie di arredi, in cui alluminio e acciaio si combinano con elementi come corda, vetro, eco-cuoio, cinghie e tessuti tecnici, tutti di ultima generazione, per soluzioni di arredo sempre più versatili e complete.

Tra le novità 2017 arriva Dock, il sistema modulare di divani, disegnato per il brand dal designer tedesco Sebastian Herkner.

Ispirata all’idea grafica del cesto di vimini, Dock si compone di elementi modulari di facile assemblaggio, per molteplici composizioni.

Angoli da sogno con l’arredo da esterno

Arredo da esternoBasi in alluminio e schienali di diverse altezze consentono di creare day-bed, poltroncine, sofà e lounger; cuscini imbottiti, rivestiti da tessuto tecnico da esterni, rendono confortevoli e accoglienti tutte le combinazioni.

Completano la collezione tavolini da caffè con piani in vetro, caratterizzati da diverse lavorazioni e finiture.

Prosegue, inoltre, la collaborazione con lo Studio Chiaramonte/Marin, che per Emu ha disegnato due nuove collezioni.

Vetta è una deck chair dalla forte personalità. Semplice e originale, la nuova seduta relax è caratterizzata dal pro lo del tubo in acciaio che gira su se stesso come fosse una cima; una fune vera e propria, all’altra estremità, ne permette la chiusura, mentre l’asola con ridancia consente due diverse posizioni dello schienale.

Altra novità è Thor, una collezione di sedute in acciaio, le cui linee classiche rievocano lo stile tradizionale della sedia “paesana”.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA