Aperitivo di Natale in terrazza


Prepararsi alla festa più attesa dell’anno, gustando un aperitivo sulla terrazza. Può sembrare rischioso, viste le normali condizioni meteorologiche a dicembre, ma può risultare affascinante e di sicuro effetto per gli invitati. E’ quanto ha chiesto la giovane proprietaria di un appartamento vicino Milano a Marzia Brandinelli e Silvia Refaldi, giovani paesaggiste, titolari dello studio Verde Architettura, autrici di numerose realizzazioni, in Italia e all’estero, di giardini e terrazze private.

Questa terrazza, in corrispondenza della zona giorno (soggiorno – pranzo), ha una superficie di circa 50 metri quadri ed è composto da una grande fioriera di 10 mq a forma curvilinea, esposta all’ombra, e dalla rimanente superficie a pianta rettangolare con una pavimentazione in piastrelle di grès, ai cui lati sono state sistemate cassette appese alla balaustra da riempire di verde. Dall’interno dell’appartamento, vetrate di dimensioni particolarmente ampie permettono una vera continuità tra la casa e la terrazza.

“La giovane proprietaria”, afferma Silvia Refaldi, “dopo la sistemazione a verde ci ha incaricato anche dell’allestimento degli spazi interni ed esterni in occasione del Natale. L’evento era di carattere privato per un numero ristretto di invitati in ambito familiare. Per creare un forte legame visivo tra una bellissima terrazza e gli spazi interni della zona giorno e pranzo di questo importante appartamento alle porte di Milano”, continua l’architetto paesaggista, “abbiamo scelto un mood contemporaneo, sobrio, ma con tocchi cromatici legati alla tradizione per un allestimento chic sui toni del verde, del rosso e dell’arancio”.

Sempre sulla terrazza, un piccolo buffet è pronto e allestito sopra un tavolo in lamiera metallica, di color grafite, impreziosito da runner di tessuto in voile di seta, colore verde Lime. L’aperitivo è servito con flûtes classici in cristallo di champagne, alternati a flûtes riempiti di bacche rosse per un primo brindisi. “Ai bordi del tessuto color lime”, prosegue Refaldi, “abbiamo voluto portare il giardino sulla tavola disponendo una decorazione vegetale formata da mini ghirlande di piccoli frutti e bacche sui colori del rosso arancio e blu, avendo come base alcuni rami di conifera e mirto”.

Inoltre, lungo le pareti esterne della terrazza, le cascate di edere ricadenti sono alternate con importanti decorazioni formate da ‘fascine’ di rami di salice a forma di parallelepipedo (self-standing) e decorate con grandi stelline tridimensionali wire-frame, di colore bianco e rosso. Lanterne rosse con candele color oro e singole candele galleggianti poste all’interno di portacandele a forma di cubo sono disposte nei punti strategici per creare una suggestiva illuminazione naturale per l’aperitivo.

Di Aldo Mazzolani
Foto di Dario Fusaro