Dipingere le pareti di casa: come fare la scelta giusta


Nell’arredare casa, una delle scelte più significative da prendere riguarda il colore delle pareti. In base allo stile, infatti, è opportuno scegliere alcune colorazioni piuttosto che altre e a seconda della stanza da arredare, è necessario capire quale tono sia più opportuno. I colori hanno per l’uomo, un aspetto importantissimo sia sull’umore che sull’energia e possono avere effetti differenti sulle persone: la disciplina Feng Shui spiega proprio il genere di reazione che ogni colore genera sul nostro spirito e quale potrebbe addirsi meglio alla nostra personalità.

La percezione del colore

blu

Ci sono moltissimi studi riguardanti la percezione che la nostra mente ha dei colori,  gli interior designer più esperti sanno perfettamente come utilizzare ogni tonalità in modo adeguato all’ambiente. Ecco alcuni punti fondamentali da ricordare prima di scegliere come dipingere una stanza.

Il nero

Senza essere dei professionisti dell’architettura è noto a tutti che il nero, per leggi che seguono la fisica, tende ad assorbire tutta la luce, senza trasmettere alcuna energia. Questa sua funzione di “spugna energetica” fa sì, che qualsiasi oggetto, dipinto di questo colore, risulti più piccolo.

Il bianco

È l’esatto opposto del precedente, in quanto, riflette la luce e la fa rimbalzare da una parete a un’altra, dilatando la percezione delle dimensioni degli oggetti o degli ambienti. I muri  in questo colore sono molto amati dai designer di ultima generazione, in special modo se vi si accosta un mobilio in legno, o un tappeto colorato, poiché creano ambienti spaziosi e linee pulite senza far sembrare monotoni gli ambienti.

Rosso, arancio e giallo

rosso

Questi sono considerati colori caldi, che rendono gli ambienti stimolanti; l’arancio, ad esempio è uno dei colori preferiti per dipingere le stanze di studi e uffici, in quanto rende la mente attiva e sveglia, dimostrandosi perfetto per le stanze in cui si lavora. Attenzione a non abusarne, questi toni così forti possono essere utilizzati per una, o al massimo due pareti di una stanza.

Verde, viola

Entrambi questi toni sono la combinazione di due colori primari formati con il blu ed è proprio in base alla quantità di questo pigmento, che il risultato che ne deriva può essere più o meno “freddo”. L’utilizzo del blu per le pareti di casa deve essere ben studiato, in quanto potrebbe rivelarsi di difficile accostamento con i colori dei mobili o con le altre colorazioni della casa.

La scelta dei colori stanza per stanza

bianco

La prima considerazione fondamentale da fare, quando si deve dipingere le pareti di casa, riguarda l’arredo nel suo complesso. Ogni colore della stanza, infatti, deve riprendere lo stile di arredamento della stessa e basarsi sulle linee guida fondamentali per la stanza specifica: così in una camera shabby chic dal mobilio bianco romantico, andrà benissimo un viola chiaro che tende al grigio; per un bagno industrial i toni del nero desaturati saranno perfetti e ancora, con un arredamento classico è meglio orientarsi su pareti dal tono caldo, che rendono l’atmosfera accogliente e confortevole. Ecco dunque i consigli migliori per la scelta dei colori stanza per stanza:

 

  • Camera da letto. La scelta in questa stanza è cruciale: determinerà l’umore durante la giornata, in quanto sarà il primo che si vedrà la mattina quando suonerà la sveglia e l’ultimo prima di dormire la sera. Inoltre queste quattro mura sono in realtà lo scrigno dell’intimità e del riposo, perciò è bene non lasciarsi condizionare solamente dai propri gusti e prendere decisioni affrettate. Per questo speciale luogo della casa le pareti dovranno essere dipinte con colori rilassanti che concilieranno il sonno e distenderanno la mente, favorendo il relax. La cromoterapia utilizza principalmente, per le camere da letto, due colori freddi:

 

  1. il viola chiaro, che si presta a una personalità intrigante e che rappresenta la spiritualità e l’armonia tra gli opposti;
  2. il blu, anche declinabile nell’azzurro. Questo è il colore del mare e del cielo, capace di ispirare serenità e saggezza, adattissimo quindi, ad ambienti che debbano ispirare tranquillità.

 

  • Soggiorno. In questa stanza, che deve abbinare differenti funzioni, le opzioni della scelta dei colori per dipingere le pareti variano. Senza dimenticare che tutto deve essere rapportato allo stile dell’arredamento, è però anche importante ricordare, che nel living si possono passare allegre serate in compagnia di amici, come, al contrario, tranquilli pomeriggi domenicali a leggere o a guardare un film. Ci sono due colori particolarmente adatti a entrambe le situazioni:

 

  1. il rosso, da usare con molta cautela solamente su alcune pareti del soggiorno a vostra scelta. È un colore estroso e passionale, perciò se accostato a un arredamento barocco può risultare ridondante e appesantire l’ambiente, ma se lo stile che avete scelto per il living è minimale, allora un tono chiaro e acceso del rosso donerà vivacità all’intera stanza. Completate con complementi sbarazzini e fantasie geometriche;
  2. il verde, usato, anch’esso con molta parsimonia e solamente se le pareti circostanti sono bianche. Darà un effetto luminoso e fresco alla stanza senza infastidire la vista, rendendo l’ambiente brillante.

 

  • Cucina. Questa è una zona della casa molto particolare, in cui si lavora a nuove idee, ma che è spesso luogo di convivialità e compagnia. La luminosità in questa stanza è fondamentale e per fare in modo che se ne possa giovare sia di giorno, con la luce naturale, sia di sera con le luminarie artificiali, il colore delle pareti è emblematico. Anche in questo caso proponiamo due opzioni principali:

 

  1. l’avorio, perfetto per rendere l’ambiente accogliente e radioso. Le nuance troppo scure o i colori eccentrici rischierebbero di assorbire molta luce e di dare una percezione rimpicciolita degli spazi in cui muoversi per preparare nuove ricette. Se la cucina è in stile classico, inoltre, questa sfumatura così chiara esalterà in modo raffinato il mobilio;
  2. le tonalità pastello, che alleggeriscono l’atmosfera e creano allegria, senza però, “rubare” luminosità alla stanza.