Rinnovare con il pavimento in parquet


Una seconda vita per la casa dei nonni è possibile. Lo Studio Alhambretto ha realizzato un’interessante ristrutturazione di una abitazione degli anni ’60, ridefinendo gli spazi, per rispondere alle moderne esigenze dei nuovi proprietari, e scegliendo confortevoli finiture di pregio, come i pavimenti in legno CP Parquet.

Una scala fluida

Protagonista dell’intervento è la nuova scala che mette in comunicazione i diversi livelli e crea un unico collegamento fluido e funzionale. Realizzata in carpenteria metallica con parapetti in lamiera stirata a maglie romboidali, è impreziosita da pedane rivestite in legno di olmo finito ad olio. La stessa essenza viene usata per il parquet del piano sottotetto, dove si trova anche la camera da letto.

La particolarità del legno di olmo è la capacità di dare all’ambiente un’atmosfera accogliente, elegante e luminosa, grazie a calde sfumature di colore chiaro, tendenti al castano. Le venature naturali, simili al rovere, sono brillanti e accarezzano la luce in modo affascinante. Per dare un effetto visivo di maggiore dinamismo e mettere in evidenza le magnifiche venature, i pavimenti in legno sono stati posati a spina di pesce. Mentre l’oliatura permette di esaltare la bellezza al naturale del legno di olmo, grazie a una finitura amica dell’uomo e dell’ambiente.

Parquet responsabile e certificato

Il rivestimento delle scale come i pavimenti sono realizzati da CP Parquet con pregiate essenze legnose provenienti da foreste di coltivazione, gestite in modo responsabile e certificate PEFC e FSC. Tutta la lavorazione dei parquet viene eseguita in Italia con massima cura della qualità e finiture personalizzate eseguite a mano dai maestri artigiani.

Contenuto sponsorizzato

© Riproduzione riservata