Arredare con le tende: magie di tessuti


Per arredare con le tende basta saper giocare con i giusti colori e materiali, per ravvivare qualsiasi ambiente, conferendogli nuova luce.

L’azienda britannica Harlequin propone, ad esempio, stoffe dalle tinte accese, che catturano l’occhio e sembrano risvegliare energie primaverili.

Come suggerisce il nome, la collezione Fauvisimo è ispirata al movimento pittorico dei Fauves, nato in Francia all’ inizio Novecento e caratterizzato da un uso dirompente del puro colore. Harlequin accoglie questo tratto, ma lo contempera con una sensibilità molto “british”.

Le sue stampe, arricchite da uccelli, fiori e paesaggi, sono libere interpretazioni della bellezza naturale e colpiscono per varietà e intensità cromatica.

Arredare-con-le-tende1«Amo sperimentare con colori decisi, ampie e disinvolte pennellate ed effetti pittorici – racconta l’ideatrice della collezione, Becky Brown – Per Fauvisimo, ho applicato la pittura, raschiandola con spesse imbrattature, tramite spatola, e formando la texture e il design attraverso strati e goffrature. Ho voluto eliminare i fini dettagli, creando invece una forma o composizione rappresentativa e astratta».

Con l’inclusione di stampe, ricami, jacquard e tessiture, Fauvisimo può aggiungere esuberanza a diversi schemi d’interno. Quanto ai colori, si spazia dal blu cobalto e dai profondi magenta fino ai volubili grigi, al nero e al senape, inclusi colpi di luce composti da tenui verdi e rosati.

Riflessi di metallo

Arredare con le tendeS’ispira ai libri antichi il modello Ermitage, prodotto dalla casa milanese Dedar.

Molto ricercato il materiale che lo compone: damasco metallico. Luminosi frammenti di un disegno figurativo classico sono tessuti su un corposo fondo opaco di seta e cotone, con aspetto goffrato e leggermente tridimensionale.

I sofisticati accostamenti, tono su tono o in netto contrasto, hanno riflessi metallici. L’effetto combina il fascino del passato con una lucentezza contemporanea.

Non solo: in tessuti di questo tipo, Dedar cerca una sintesi tra risultato estetico e funzionalità. Sui colori c’è ampia possibilità di scelta.

Un’idea razionale per arredare con le tende

Arriva sul mercato una nuova idea, che aiuta a usare e valorizzare meglio le tende a pacchetto.

È il sistema Creaty, studiato dall’azienda svizzera Christian Fischbacher: può essere installato sia a soffitto che a parete.

Si può usare anche per finestre molto ampie, creando effetti Arredare con le tendeeleganti e consentendo nel contempo una visione completa dell’esterno.

Il punto di forza è la semplicità: il sistema infatti può essere singolo o doppio. In entrambi i casi, consiste in un solo binario, una catenella e uno o due tende, che possono essere azionate in maniera indipendente. Con la stessa catenella si muovono entrambe le tende.

Creaty inoltre possiede un meccanismo di rallentamento, che evita la brusca discesa dei tessuti. Inoltre, con il sistema doppio, utilizzando gli oscuranti Christian Fischbacher, non servirà nessuna altra protezione per la luce.

Ignifugo e naturale

Chi ha detto che naturalità e resistenza non possano andare d’accordo? Coex è una fibra di origine vegetale interamente ignifuga.

Frutto di anni di ricerca, questo materiale nasce dall’incontro fra due aziende italiane, attive da cinquant’anni nel settore tessile: Zanolo e Torcitura Padana. Coex non brucia, non gocciola, non sprigiona fumi nocivi, come la diossina, e resiste alle più alte temperature.

Arredare con le tendeOffre grandi vantaggi, non solo in termini di protezione contro il fuoco, ma anche di eco-sostenibilità.

La composizione a base di cellulosa, infatti, lo rende biodegradabile, potenzialmente fino alla compostabilità, cioè al completamento del ciclo biologico naturale.

Grazie a queste proprietà, Coex è l’unico prodotto ignifugo al mondo ad aver ottenuto la certificazione Gots (Global Organic Textile Standard), riconosciuta come il più importante standard internazionale per i prodotti tessili realizzati con fibre naturali da agricoltura biologica.

Inoltre il tessuto, ideale per l’arredamento domestico, è gradevole al tatto, traspirante e anallergico.

 

 

A cura di Lorenzo Montanaro

© RIPRODUZIONE RISERVATA