Apparecchiare la tavola in estate


Anche se ancora con qualche nuvola incerta che si aggira qui e lì per i cieli, possiamo dire che la bella stagione è ufficialmente cominciata. Lunghe giornate che si chiudono con tramonti dai colori intensi alle otto di sera, profumi di fiori che invadono le strade, vestiti corti, scarpe aperte e tanta voglia di passare molto più tempo all’aria aperta. E proprio a questo proposito, chi non ama organizzare qualche bella riunione tra amici e familiari in terrazza o in giardino per godersi una bella giornata di sole o un po’ di fresco serale?

Per preparare una tavola che renda giustizia a questa bella stagione, cibi e portate fresche a parte, anche l’aspetto estetico gioca un ruolo importante.

Apparecchiare la tavola per il pranzo

Proprio come per il cibo, in fatto di stile, ognuno ha i suoi gusti che può adattare come meglio ritiene a poche e semplici regole di base.

Se avete intenzione di organizzare un pranzo all’aperto dovrete fare i conti prima di tutto con la temperatura, che nelle ore centrali della giornata è molto alta. Il consiglio è dunque di posizionare uno o due ombrelloni, a seconda della grandezza, a fianco al tavolo, in modo che tutti i commensali possano sedere al’ombra e mangiare senza patire il caldo. Nel caso di un balcone basterà abbassare la tenda, in modo che il tepore del sole arrivi, ma senza infastidire i vostri ospiti.

Per quanto riguarda l’apparecchiamento della tavola per un pranzo in outdoor non perdete l’occasione di usare quanto di più colorato avete in dispensa, una tavola arcobaleno e dallo stile barocco esprimerà al meglio l’abbondanza e la vivacità dell’estate:

  • tovaglia. Se la tavola è già ricca di elementi potrete metterne una chiara, color pastello, se non proprio bianca latte;
  • piatti e brocche. Possibilmente in ceramica o coccio, entrambi materiali utilissimi per mantenere freschi cibi e bevande. Potete scegliere fantasie naturali tipiche della Costiera Amalfitana, o per dare un sapore più etnico alla tavola, pattern geometrici ed eccentrici e dall’aspetto mediterraneo;
  • bicchieri. Come per la tovaglia, anche questi dovranno essere un trait d’union con il resto, sceglieteli quindi in vetro trasparente o del colore che più caratterizza le fantasie sulla vostra tavola.

Per chi ama l’ordine e il minimalismo anche in tavola l’alternativa c’è e renderà il vostro pranzo davvero chic in poche mosse. Ciò che non va dimenticato, per apparecchiare la tavola di un pranzo estivo all’aperto, è l’importanza dei colori accesi, che potranno essere resi sobri ed eleganti semplicemente accostandoli a elementi dai toni neutri. In questo caso non usate mai più di tre colori, che però, dovranno creare contrasti interessanti e rendere alla perfezione l’idea di leggerezza.

Le decorazioni della tavola per un pranzo in outdoor

Anche in questo caso, come si dice in gergo e visto anche il tema, ci sarà “chi la vuole cotta e chi la vuole cruda”, quindi approfittate dei consigli per creare qualcosa di vostro che darà alla tavola un gusto del tutto nuovo e inimitabile.

Se vi piace il fai da te, esistono moltissimi tutorial per imparare a creare oggetti e decori per la tavola con i materiali più impensati, ma partendo dalle basi, non dimenticate mai di “condire” l’apparecchiamento con almeno uno di questi elementi:

  • piccoli vasi di fiori freschi;
  • vasetti di piante grasse;
  • petali di lavanda e gelsomino sparsi sul tavolo;
  • mazzetti di erbe aromatiche fresche come segnaposto.

Come si apparecchia per una cena estiva all’aperto

Per una cena all’aperto gli aspetti di cui tener conto saranno chiaramente differenti da quelli del pranzo. In primis si può fare a meno della tenda in balcone e dell’ombrellone per chi ha una terrazza in città, mentre conviene tenerlo aperto in campagna in cui sarà utilissimo per proteggervi dall’umidità che inevitabilmente arriva insieme alla frescura serale.

Passiamo all’apparecchiamento: la luce che rende tutto acceso e brillante man mano si abbassa sempre di più, rendendo l’ambiente e i colori più attenuati e calmi e così, anche la vostra tavola dovrà rispecchiare questa fase della giornata. Se volete utilizzare texture e fantasie scegliete toni caldi e intensi:

  • ocra;
  • ruggine;
  • porpora;
  • blu
  • verde bottiglia
  • lilla.

Piatti, bicchieri e brocche dovranno dare l’idea di leggerezza, prediligete dunque stoviglie di vetro e microceramica, dall’aspetto fine ed elegante, mentre la tovaglia dovrà conservare le stesse caratteristiche di cui sopra, semplice e monocromatica, in coordinato ai tovaglioli.

Decor per la cena all’aperto

Nel caso delle decorazioni la regola non è imperativa, dunque nessuno vi vieta di invertire gli elementi tra il pranzo e la cena, ma di sicuro alcuni di questi, sia per i colori che per le funzionalità, hanno più senso se sfruttati nell’ordine indicato. Sempre mantenendo fede all’idea di spensieratezza e calma serale, tra le decorazioni non fate mancare:

  • conchiglie segnaposto o piccoli gusci di molluschi da spargere sul tavolo;
  • candele alte;
  • fiocchetti segnaposto e composizioni fatte con il cordoncino marinaro;
  • filo di lucine che attraversa il tavolo.

Non vi resta che fare un giro di telefonate per fissare una data con amici e parenti, il resto lo farà la vostra fantasia!

 

© Riproduzione riservata